×

Attenzione

Direttiva EU e-Privacy

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per il suo normale funzionamento, per elaborazioni statistiche e controllo di qualità, e per fornire le funzionalità di condivisione facoltativa sui social network. Si rende noto che se usi le funzioni che interagiscono con i social network, questi potrebbero tracciare la tua navigazione con i loro cookies. Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati e su come disabilitarli leggi l’informativa.

Visualizza l'informativa sulla privacy

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookie. Questa decisione può essere annullata.

Analisi trimestrale del sistema energetico italiano

L’Analisi trimestrale del sistema energetico italiano esamina i fattori che caratterizzano il sistema energetico nazionale, per valutare le tendenze relative alle tre dimensioni della politica energetica: decarbonizzazione, sicurezza e costo dell’energia – definiti nel loro insieme “trilemma energetico”. Tale analisi è in linea con l’obbligo di svolgere attività di monitoraggio della transizione energetica, previsto dal 2017 per gli Stati membri dell’Unione Europea.

Ultimo numero

No item found!

La transizione comporta un ampio spettro di sfide, legate agli obiettivi di politica energetica e ambientale, all’instabilità dei mercati energetici e al cambiamento tecnologico. Pertanto l’Analisi trimestrale pone l’attenzione sugli aspetti che consentono di individuare le criticità attuali e di anticipare quelle in divenire anche in relazione agli obiettivi - di medio e lungo termine - stabiliti dall’Unione Europea. Le diverse misure di politica energetica possono però interagire in modi molteplici e complessi, ma i possibili trade-off non sono stati finora compiutamente analizzati, anche a causa della difficoltà di produrre valutazioni accurate su un tale insieme di questioni interdipendenti.

 L'Analisi trimestrale del sistema energetico italiano produce una elaborazione periodica dei dati relativi al settore energetico che tenta di superare il modo frammentario e disomogeneo in cui questi sono disponibili, fornendo un quadro complessivo dell’evoluzione del sistema a partire da una metodologia trasparente che consente la riproducibilità delle analisi.


Stampa